IL SOGNO DELL’INGEGNERE OLTRE CONFINE

 

Cari ingegneri, voglio parlarvi del sogno di un ingegnere oltre confine: Reza. In Iran sognano l’Italia. Forse perché siamo molto collegati a livello di abitudini, forse perché fin da bambini tifano Italia o Brasile ai Campionati mondiali di calcio. L’Iran non si piazza mai molto bene, così, appena esce dal campionato al secondo turno, si inizia già a chiedere agli amici: “tu per chi tifi, Italia o Brasile?!”

 
sogno-ingegnere-tehran-iran
 

Reza si è laureato in ingegneria meccanica a Tehran, in un indirizzo orientato alla Progettazione di Produzione. Era un corso di studi molto pratico e tecnico. Lo appassionavano soprattutto i processi di produzione degli stampi per la plastica e altri materiali. Una volta uscito, era pronto per il mondo del lavoro. In Iran gli studi sono molto orientati all’apprendimento sul campo, a differenza di quelli italiani più improntati alla teoria.

Una volta in possesso della Laurea Triennale in Ingegneria, nei successivi tre anni ha lavorato in Iran per due aziende, una in campo Machinery e una Automotive, una nota casa automobilistica internazionale,

Continua a Leggere >