AUTO GREEN: IN ARRIVO IL NUOVO COMBUSTIBILE AD ACQUA… ENNESIMA BUFALA?

 

 

Cari ragazzi,

eccomi con una notizia ‘FRESCA FRESCA’ di stampa…

 

Electriq Global, una startup con passaporto israeliano e australiano, ha presentato allo scorso Smart Mobility Summit di Tel-Aviv una soluzione che si serve dell’acqua per alimentare un powertrain per auto elettriche. Il tutto con zero emissioni allo scarico, costi di gestione inferiori e maggiore autonomia rispetto alle migliori auto elettriche o a idrogeno oggi in commercio.

Secondo l’innovativo sistema, i veicoli saranno alimentati da Electriq-Fuel, un combustibile costituito per il 60% da acqua  in grado di rilasciare idrogeno quando sottoposto ad un processo di catalisi (mediante un catalizzatore presente a bordo vettura) e soprattutto di essere riciclata alla fine della reazione chimica.

 

 

ai-intelligenza-artificiale-ingeup

 

SOSTENIBILITÀ E PRESTAZIONI DI PRIMO LIVELLO… PURISSIMA ALTISSIMA POWERISSIMA!

 

Si tratta di un motore attento all’ambiente che promette allo stesso tempo performance molto interessanti. Secondo Electriq~Global, un pieno costerà circa 25 dollari e permetterà di percorrere fino a 1.000 km.

Sulla carta, potrebbe trattarsi davvero di una rivoluzione radicale, che andrebbe ad eliminare anche il problema legato alla produzione di batterie e al loro smaltimento a “fine ciclo vitale”. Lo sviluppo non è però ancora ultimato e la Electriq Global è alla ricerca di nuovi investitori.

 

VENGHINO SIGNORI VENGHINO, QUI SI COSTRUISCE IL FUTURO GREEN DELL’AUTOMOTIVE!!!

 

Electriq Global inizierà a sperimentare questa tecnologia il prossimo anno, quando in Israele verranno costruiti un’infrastruttura di rifornimento e soprattutto un impianto di riciclaggio dell’Electriq-Fuel. L’arrivo sul mercato è previsto per il 2022, inizialmente in Israele e Australia.

Questo sistema ha l’ambizione di cambiare radicalmente l’utilizzo delle auto elettriche. Come noto,  le normali auto elettriche necessitano di una colonnina di ricarica o una presa casalinga per prendere energia. I tempi di carica dipendono ovviamente dalla grandezza dell’accumulatore e dalla potenza della fonte e variano da 8-10 ore per una carica completa in casa e 40 minuti per raggiungere l’80% presso le colonnine Smart Charge. Un panorama che perde ogni funzionalità, se applicato a un lungo viaggio, ed è proprio qui che Electriq Fuel entra in gioco.

 

Il vantaggio principale di questo metodo, oltre ai costi e alla pulizia, è certamente il rifornimento: si può fare un pieno di Electriq Fuel presso i normali distributori, vengono così azzerati i tempi di caricamento delle batterie elettriche.

Una soluzione quindi  economica rispetto a benzina e diesel e dal processo produttivo estremamente pulito, perfettamente riciclabile a fine utilizzo. Non genera emissioni, quindi è perfetto per affrontare un futuro green, e il suo funzionamento di base è molto semplice.

 

ai-intelligenza-artificiale-ingeup-3

 

MA COME FUNZIONA?…LA QUESTIONE SI FA MOLTO INTERESSANTE… 🙂

 

Il funzionamento alla base presenta tre elementi fondamentali: il combustibile Electriq-Fuel, un catalizzatore e un impianto per riciclare l’idrogeno.

Il combustibile reagisce con il catalizzatore e rilascia idrogeno quando viene richiesto, mentre il combustibile esausto viene raccolto e riciclato nell’apposito impianto di trattamento.

Una volta che il combustibile ha rilasciato l’idrogeno passando per il catalizzatore, in pratica l’auto funziona come una normale auto a idrogeno.

La differenza è tutta nel combustibile, che non proviene dalle normali celle di idrogeno ma da un serbatoio pieno di “Electriq-Fuel”.

ai-intelligenza-artificiale-ingeup-1

SPERIAMO NON SIA L’ENNESIMO BUCO NELL’ACQUA …scusate ma la battuta è d’obbligo 😉

 

CHE DIRE… STAREMO A VEDERE!!!

Voi cosa ne pensate? Sono curioso di conoscere la vostra opinione…


Nell’attesa mi raccomando MANDATEMI I VOSTRI CURRICULA!!!

 

Alla prossima ,

Pietro

 

 

>> INVIATE SUBITO IL CV A cv@ingeup.it


La Garanzia dall’invio del Cv è:
1. Risposta Certa in 10 Giorni
2. Assunzione in 20 Giorni
3. Operativo su Progetti in 30 Giorni

 

Pietro Pometti
Responsabile del Percorso Lavorativo per Ingegneri Meccanici

Lascia un Commento