Salento e Ingegneria: volando a 41.000 piedi

Cari ragazzi…

il Salento fa volare l’Ingegneria a 41000 piedi! Ecco l’ingegneria che non ti aspetti.

Il GE Catalyst, il motore a turbopropulsione all’avanguardia di GE Aviation con un design nuovissimo e sviluppato in Europa con tecnologia tutta europea ha completato con successo i testi di altitudine: il motore è stato testato fino a 41.000 piedi (12.496 metri)!

Ora, non resta che completare la produzione delle parti in additive manufacturing, nel nuovissimo stabilimento salentino!

 

SALENTO? CAPUT MUNDI.  “NA CE BELLEZZA!!!” (CHE BELLO!)

 

Salento-Ingegneria-Volando-41000-piedi
 

GE Catalyst: il motore dei record

 

Ad oggi, il Catalyst ha superato 1.100 ore di test, con oltre 850 avviamenti.
Dopo oltre 50 anni, Catalyst è il primo motore a turbopropulsione ad entrare nel segmento di mercato del business e dell’aviazione generale. Vanta attualmente 98 tecnologie brevettate ed è il primo motore della sua categoria a introdurre due statori a turbina variabile con pale raffreddate ad alta pressione e parti sviluppate e prodotte con produzione additiva (meglio conosciuta come stampa 3D) da Avio Aero. Dove? A Brindisi! Ed è qui che viene il bello.

 

PUGLIA NUMERO UNO!!! E NOI NE SAPPIAMO QUALCOSA: ABBIAMO ASSUNTO BEN CINQUANTA INGEGNERI MECCANICI PROVENIENTI DAL SALENTO E PIÙ IN GENERALE DALLA PUGLIA. DEI TALENTI!  PRESTO VI RACCONEREMO LA LORO STORIA…
 


ge-aviation-catalyst-salento-brindisi-ingeup

 

Additive Manufaturing italiano per il GE Catalyst

 

Non solo il motore è stato progettato interamente in Europa, ma sarà anche prodotto lì; otto paesi saranno coinvolti nella sua produzione, compresa l’Italia, che beneficeranno tutti del suo ritorno industriale.

 

Si tratta della nuova struttura AM di Avio Aero, dedicata alla produzione additiva in metallo di parti per il nuovo motore, che è stata inaugurata a dicembre 2018 ed è specializzata nella produzione additiva Laser Powder Bed Fusion (L-PBF).

 

“IL SALENTO È TERRA DI MIRAGGI, VENTOSA”, SCRIVEVA PIÙ DI CINQUANT’ANNI FA (1956) LO SCRITTORE GUIDO PIOVENE.

 

 

Il Salento prende il volo

 

Il plant salentino prende il volo! Attualmente dispone di tre sistemi L-PBF di GE Additive Concept Laser in funzione, oltre a due sistemi di post-elaborazione dedicati. Entro la fine del 2019, la flotta di macchine dovrebbe raddoppiare, con la previsione che la struttura raggiungerà la piena capacità con ulteriori quindici macchine installate tra il 2022 e il 2023. Si prevede che saranno prodotti presso la struttura circa trecento motori Catalyst all’anno.

 

OGNI GIORNO DELL’ANNO: BUTTA LA PASTA E CREA UN MOTORE! 🙂
 
Salento-Ingegneria-Avio-Aero-GE-Catalyst

 

Lu sàngu nu se face mai acqua

 

Come dice un detto salentino, il sangue non diventa mai acqua.

 

La Puglia batte tutti i record in termini di innovazione tecnologica e produttiva e in Italia rappresenta una vera e propria avanguardia.

Numero uno nel fotovoltaico, ha grandi ambizioni anche per il settore delle nanotecnologie: il futuro è nel tacco d’Italia.

 

TACCO, PUNTA… TACCO D’ITALIA, PUNTA DI DIAMANTE!

 

CONTINUATE A SEGUIRCI PER SCOPRIRE PRESTO LA STORIA DI MARIO, DANIELE, ALESSANDRA, SIMONE, VINCENZO, ROCCO, ANTONIO, LUDOVICO, SEBASTIANO: INGEGNERI MECCANICI PROVENIENTI DALLA PUGLIA CHE ORA LAVORANO GRAZIE A NOI PER LE MAGGIORI AZIENDE MECCANICHE DEL CENTRO E NORD ITALIA!
 
ingeup-ingegneri-meccanici-salento
 

Lo sviluppo della struttura di Brindisi per l’Additive Manufacturing

 

«Prima del Ge-Catalyst, c’erano cinque nazioni al mondo in grado di realizzare un motore aeronautico per il trasporto civile: gli Stati Uniti, il Canada, la Francia, l’Inghilterra e la Germania. Ora anche l’Italia ha la capacità di sviluppare un propulsore di questo tipo. È un oggetto così complesso che Cina e Giappone non sono ancora in grado di realizzarlo», spiega Giorgio Abrate, capo ingegneria della storica azienda di motori per aerei (un tempo Fiat Avio) oggi parte di Ge Aviation.

 

È una vera svolta per il settore: «Con questa tecnologia produrremo undici parti, che ne sostituiscono 855 che altrimenti avremmo dovuto realizzare con tecniche tradizionali», evidenzia il responsabile ingegneria di Avio Aero.

 

È STAMPATO IN 3D IL MOTORE DEGLI AEREI DEL FUTURO!!! LO IMMAGINAVATE DIECI ANNI FA?

 

I vantaggi del Catalyst

 

Ad oggi, il Catalyst ha superato 1.100 ore di test, con oltre 850 avviamenti: vanta il più alto rapporto di compressione della sua categoria (16:1).
 

Tutte queste tecnologie avanzate consentono a Catalyst di fornire più potenza e prestazioni ottimizzate in altitudine grazie a un’architettura a sezione frontale ridotta, che riduce significativamente la “resistenza”. Anche le prestazioni sono un argomento importante: la nuova struttura tecnologica all’avanguardia può garantire un risparmio di carburante con un risparmio di circa il 15% rispetto ai turbopropulsori medi dei suoi concorrenti, ciò consente un aumento della capacità del 10% e un aumento del tempo di volo di oltre 2 ore rispetto a una “tipica” missione UAV.
 

Il motore dal rapporto di compressione maggiore di sempre

 

“Il motore Catalyst si distingue dagli altri turbopropulsori presenti sul mercato per le diverse e importanti caratteristiche che lo rendono unico: il sistema FADEC (Full Authority Digital Engine and Propeller Control) semplifica l’integrazione del motore con l’aeromobile e consente il Real Time Health Monitoring insieme all’ottimizzazione degli intervalli di manutenzione” ha dichiarato Paolo Salvetti, direttore vendite militari e leader per la crescita dei prodotti di Avio Aero. “Ha un elevato rapporto di compressione. Il compressore ha una geometria variabile; inoltre, è possibile aumentare la potenza del motore di circa 200 CV senza modifiche hardware”.
 

Il suo debutto, il primo volo ufficiale, è previsto per la fine di quest’anno e, naturalmente, decollerà da una pista situata nello stesso continente in cui era previsto.
 

Salento-Ingegneria-GE-catalyst-ingeup
 

VI RACCONTEREMO NEI PROSSIMI ARTICOLI LA STORIA DI ALCUNI TALENTI PUGLIESI, RAGAZZI VOLENTEROSI E BRILLANTI CHE SONO PARTITI DA ZERO E ORA LAVORANO PER LE MAGGIORI AZIENDE LEADER AUTOMOTIVE E MACHINERY!

 

E la vostra  passione per l’ingegneria meccanica vi spinge a lasciare tutto e partire?!

Se sì, mandateci subito il vostro CV!

 

E come sempre, commentate l’articolo, diteci la vostra opinione e raccontateci la vostra esperienza!

 

Alla prossima,

Pietro

>> INVIATE SUBITO IL CV A cv@ingeup.it


La Garanzia dall’invio del Cv è:
1. Risposta Certa in 10 Giorni
2. Assunzione in 20 Giorni
3. Operativo su Progetti in 30 Giorni

 

Pietro Pometti
Responsabile del Percorso Lavorativo per Ingegneri Meccanici

Lascia un Commento